Una vacanza per rilassarsi e riscoprire se stessi

Ci sono vacanze e viaggi alternativi, camminando lenti, immersi nella natura, percorrerendo non solo i sentieri del mondo ma anche dell’anima, esperienze rigeneranti per conoscere meglio se stessi.

Cammino come terapia dei mali della civiltà contemporanea, come ricerca perchè l’esercizio del camminare favorisce la meditazione. È una tendenza in atto da vari anni e in crescita.

Si cammina con gli altri, praticando il silenzio immersi nel verde, con lentezza e fermandosi a fare yoga in luoghi pieni di magia, immergendosi nella natura selvaggia e incontaminata della Sardegna, dormendo all’aperto e ballando intorno al fuoco, ritrovando dentro di sé l’armonia e la forza degli elementi naturali sulle rive del Delta del Po.

L’associazione di turismo responsabile Compagnia dei Cammini questa tendenza l’ha fatta diventare una proposta specifica dell’estate 2017 immaginando itinerari ad hoc, intitolati Cammini di Pace.

Sono viaggi in cui il camminare diventa lo strumento privilegiato di incontro con la Natura, con sé stessi e con gli altri. Grazie agli spunti di riflessione e le pratiche di meditazione proposte dalla guida e con il sostegno del gruppo, si apriranno al viaggiatore nuove possibilità nel campo dell’attenzione, della consapevolezza, della condivisione.delta del po

I conduttori sono diversi e ognuno ha il proprio approccio: chi ricorre a pratiche zen e sciamaniche, chi alla meditazione buddista, allo yoga, all’ecopsicologia, al deep walking, ma l’obiettivo comune è fare tesoro della lentezza, l’osservazione, l’incontro, la curiosità, il non giudizio, l’ascolto, l’accoglienza dell’altro in un percorso nuovo di conoscenza.

“Camminare è sempre stato un mezzo importante per conoscere e per conoscersi – dichiara Luca Giannotti coordinatore della Compagnia dei Cammini – chi si mette in cammino, anche inconsapevolmente, si mette in relazione con il terreno esterno, con il proprio corpo e la mente, con la parte poetica e spirituale di cui l’esistenza umana è avvolta. E’ per questo che abbiamo ideato Cammini Pace: per proporre, ancora una volta, il camminare come un momento per ritrovare la lentezza ed entrare in contatto con sè stessi in modo più profondo”

Tre giorni sulle rive del Delta del Po, da Comacchio a Ravenna, dove l’acqua si mescola alla terra e il cielo è solcato da migliaia di uccelli di ogni forma e colore, è il cammino in programma dal 12 al 15 Ottobre.

Un viaggio dove tutto scorre e dove i viaggiatori si lasceranno guidare dalle semplici e antiche pratiche dell’ecopsicologia, la disciplina che si propone di riconnettere l’uomo con la madre Terra. Seguendo un’immaginaria ruota degli elementi naturali, tradizione presente nelle culture di molti popoli compresi Etruschi e Celti che in queste terre soggiornaron