|, Il Delta del Po, Itinerari|Birdwatching sul Delta del Po: oltre 370 le specie

Birdwatching sul Delta del Po: oltre 370 le specie

Per coloro che amano un turismo naturalistico ed il birdwatching, il Delta del Po è senza alcun dubbio un habitat perfetto e paradisiaco: gli argini e le torrette permettono di osservare dall’alto lagune, valli da pesca e golene che ospitano numerose specie di uccelli.

Sono oltre 350 le specie censite sul territorio durante tutto l’anno: gabbiani, aironi rossi, bianchi e cinerini, dai cormorani alle garzette, dalle nitticore ai cavalieri d’italia, dai tarabusi, alle oche ed ogni tipo di anatra (germano reale, moriglione, marzaiola, mestolone, fischione…) e, non ultimi, un vero spettacolo della natura, i fenicotteri rosa.

La stagione più fredda, quella che va da dicembre a febbraio è di sicuro il periodo preferibile per i birdwatchers, in quanto è in questo arco dell’annoche nel Delta si concecntra sia l’avifauna stanziale sia quella migratoria che si ripara nelle zone vallive o rurali rendendosi in questo modo facilmente visibile e osservabile.

Alcune delle zone più interessate dal fenomeno di birdwatching sul Delta del Po sono:

  • Via delle Valli Sud: grandi specchi vallivi e lagunari, in cui si possono scorgere migliaia di anatidi, trampolieri e limicoli in tutte le stagioni. Il tratto da Porto Levante al Po di Maistra è attrezzato con torrette di avvistamento e punti di osservazione.
  • Oasi di Ca’ Mello: è gestita da Veneto Agricoltura, possiede una torre d’avvistamento e s’incontra il Basettino.
  • Valle Canelle: all’altezza dell’incrocio tra la provinciale di Rosolina Mare e la Via delle Valli, sulla destra, garzaia di aironi rossi e cinerini. Ine state è facile avvistare dei fenicotteri rosa percorrendo la Via delle Valli che inizia poco lontano.
  • Po’ di Maistra: il fiume, anticamente ramo principale, è ritenuto il più spettacolare del Delta per la ricchezza e la varietà di avifauna che lo popola, oltre che per la rpesenza di un patrimonio arboreo ripariale davvero incredibile.

birdwatching delta del Po

Ogni stagione è ideale per fare birdwatching sul Delta del Po, ma le più affascinanti, sia per la quantità di specie avvistabili, sia per i colori e l’aspetto che assume il paesaggio, sono senza dubbio la primavera e l’autunno. La maggiore possibilità di avvistamento è concentrata nelle prime ore del giorno e all’imbrunire, quando la fauna è particolarmente attiva ed esce allo scoperto per procurarsi il cibo. È necessario equipaggiarsi adeguatamente: oltre al già citato binocolo, è essenziale un abbigliamento sportivo, magari mimetico. Naturalmente è meglio muoversi senza disturbare la natura, seguendo in piccoli gruppi i numerosi percorsi attrezzati con torrette di avvistamento o capanni mimetizzati che si addentrano nella vegetazione delle oasi.

Gli appassionati di sport, natura ed escursioni, non possono lasciarsi sfuggire gli itinerari di birdwatching e l’occasione di vivere una vacanza attiva nel Parco del Delta del Po presso Tenuta Goro Veneto.

Contattaci

By |2018-06-12T12:40:31+00:0008 giugno 2018|Curiosità, Il Delta del Po, Itinerari|

Scrivi un commento