|, Il Delta del Po|Birdwatching nel Delta del Po

Fare birdwatching nel Delta del Po

Dichiarato Patrimonio Mondiale UNESCO per il suo ecosistema naturale, il Delta del Po è la più vasta area umida d’Italia, un prezioso gioiello naturalistico incastonato tra lagune, valli da pesca, boschi, spiagge, fiumi, golene è il luogo ideale per gli appassionati di birdwatching.

Il Delta del Po ospita oltre 250 specie di uccelli e costituisce un esempio unico di armonia tra uomo e natura, dove le attività s’intrecciano con la vita naturale e dove si ritrovano affascinanti testimonianze storiche e artistiche nelle vicine città.

Il Parco del Delta del Po, il più grande parco regionale italiano, è quindi meta ideale per l’ecoturismo. Gli amanti della natura e del birdwatching, sempre in maggior numero anche in Italia, armati di binocolo e macchina fotografica, trovano qui un vero paradiso, dove zone umide, rami fluviali, boschi secolari, pinete e dune sabbiose accolgono e proteggono una flora e una fauna magnifiche, caratterizzate da una grande biodiversità.

La grande diffusione di ambienti naturali legati all’acqua, in un’ampia pianura ancora incontaminata, ha favorito una concentrazione di specie, spesso raramente avvistabili in altre località italiane o europee.

Il territorio del Delta è riconosciuto a livello internazionale quale punto strategico nel flusso delle migrazioni di moltissime specie di uccelli europei e quale sito ideale per la riproduzione di molte altre. Ogni anno ospita oltre 55.000 uccelli svernanti o oltre 35.000 nidificanti. Alcune di queste nidificanti costituiscono vere rarità a livello internazionale, come il Marangone minore, con l’unica colonia dell’Europa occidentale, la Sterna di Ruppell, con le uniche coppie nidificanti di tutto il Continente, e l’affascinante Fenicottero presente ormai in pochissimi parchi Europei.

Ogni stagione è ideale per fare birdwatching nel Delta, ma le più affascinanti, sia per la quantità di specie avvistabili, sia per i colori e l’aspetto che assume il paesaggio, sono senza dubbio la primavera e l’autunno. La maggiore possibilità di avvistamento è concentrata nelle prime ore del giorno e all’imbrunire, quando la fauna è particolarmente attiva ed esce allo scoperto per procurarsi il cibo. È necessario equipaggiarsi adeguatamente: oltre al già citato binocolo, è essenziale un abbigliamento sportivo, magari mimetico. Naturalmente è meglio muoversi senza disturbare la natura, seguendo in piccoli gruppi i numerosi percorsi attrezzati con torrette di avvistamento o capanni mimetizzati che si addentrano nella vegetazione delle oasi.

Gli appassionati di sport, natura ed escursioni, non possono lasciarsi sfuggire gli itinerari di birdwatching e l’occasione di vivere una vacanza attiva nel Parco del Delta del Po presso Tenuta Goro Veneto.

 

Contattaci

By |2018-06-12T12:47:23+00:0012 giugno 2017|Curiosità, Il Delta del Po|

Scrivi un commento